Background Image
piolo piolo agenzia feltre logo top 2019

RESIDENCE MONTE VALDEROA

residence monte valderoa 01
L’intervento prevede la realizzazione di nr. 12 unità immobiliari, e nr. 10 garage chiusi, al piano
terra.L’edificio sarà articolato in quattro piani fuori terra, con ascensore. Il piano terzo/sottotetto è in proprietà di alcuni appartamenti del piano secondo (duplex).

- Classe energetica A
- Possibilità di usufruire delle agevolazioni fiscali bonus casa 2019

CLICCA QUI PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Noi crediamo all’Italia diversa!

Crediamo ai quei territori sparsi nelle zone marginali di Comuni, Province, Regioni che non sono nell’occhio dell’operatore immobiliare perché non sono Roma, Milano, Venezia, Bologna.
Non sono appetibili economicamente e quindi non si può fare business; non creano immagine imprenditoriale e sono incapaci di generare relazioni che contano.

Noi invece ci crediamo e amiamo il territorio di provincia e la sua storia abitata da uomini che con sacrificio si sono fatti la casa. Quattro muri grossi e solidi per vivere in sicurezza con la famiglia e quando si sposava un figlio o una figlia aggiungevano nuove stanze.
E’ un’Italia dimenticata cresciuta nelle periferie delle città e nelle campagne rovinate dalla industrializzazione.
Un’Italia dai meravigliosi centri storici con palazzi in degrado e con la storia che muore.

Noi saremmo degli sfacciati e degli immodesti, ma crediamo in questi patrimoni da mettere a posto. Crediamo nelle opportunità immobiliari che possono venire avanti e ci piacerebbe lavorarci sopra con sentimento e ridare vita a un territorio dimenticato.
A noi interessano gli immobili abbandonati, i capannoni dismessi, i complessi edilizi fermi e impossibilitati di essere finiti, le opere edilizie degradate e finite nel nulla.

Noi abbiamo professionalità per dare nuova vita a queste opere fatiscenti e renderle conosciute ad operatori illuminati in grado di valutarne la fattibilità.
Ci siamo organizzati per questo e tecnici preparati sono disponibili a metterci il naso con competenza.
Privati, imprese e, perché no, anche Amministrazioni interessati a mettere a posto le vostre proprietà contattateci e noi vi risponderemo con una analisi gratuita per analizzare un possibile intervento rigeneratore

PIOLO&Piolo

PIOLO&Piolo - Real Estate

PIOLO&Piolo - Real Estate
propone compendio immobiliare situato in comune di Belluno via Vittorio Veneto composto da una struttura a capannone con destinazione commerciale, industriale, artigianale completa di corpo uffici.

AREA COMMERCIALE
Belluno
Via Vittorio Veneto

  • UFFICI
  • AREA CARICO/SCARICO
  • ENTRATA E PARCHEGGI
  • STOCCAGGIO MERCI
 


O.K. bonus mobili 2020

La Legge di Bilancio 2020 ha confermato anche per quest’anno il Bonus mobili: introdotto con il Decreto-legge n. 63 del 4 giugno 2013, garantisce una detrazione Irpef al 50% per le spese legate all’acquisto di arredi ed elettrodomestici a seguito di opere di ristrutturazione immobiliare. Vediamo quali sono le principali novità e chi può accedere all’agevolazione.

Chi può richiederlo e come?

Il bonus per l’acquisto di arredi e mobili è strettamente collegato a interventi di ristrutturazione edilizia effettuati nel 2020 con prosecuzione nel 2021, al netto delle spese sostenute nel 2020 per le quali si sono già richieste detrazioni.

Possono accedervi tutti i contribuenti residenti in Italia assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche, ma anche i titolari di società assoggettate all’IRES. La detrazione spetta anche al coniuge, ai familiari entro il terzo grado di parentela e agli affini entro il secondo grado se conviventi con il proprietario.

In tutti i casi, è necessario documentare l’inizio dei lavori attraverso la Dia, Scia, Cil o Cila o tramite un’autocertificazione se le opere sono effettuate in edilizia libera. È essenziale provare che l’acquisto dei mobili sia collegato ai lavori di ristrutturazione e che i nuovi elementi di arredo siano situati realmente all’interno di quello specifico immobile.

Attenzione ai documenti

Scendendo nello specifico, sarà necessario presentare: la domanda di accatastamento, qualora l’immobile non risulti essere stato ancora censito; la copia dei pagamenti IMU e ICI; la Delibera dell’assemblea che ha approvato i lavori (solo se prevista); la Dichiarazione di consenso del proprietario all’esecuzione dei lavori; la Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, che deve riportare la data di inizio lavori e la loro tipologia; la Comunicazione ASL con tutti i dettagli relativi ai lavori; la copia del pagamento di mobili e arredi; la comunicazione Enea entro 90 giorni dal termine dei lavori.

di Francesca Lauritano

Stampa Email