Background Image
piolo piolo agenzia feltre logo top 2019

RESIDENCE MONTE VALDEROA

residence monte valderoa 01
L’intervento prevede la realizzazione di nr. 12 unità immobiliari, e nr. 10 garage chiusi, al piano
terra.L’edificio sarà articolato in quattro piani fuori terra, con ascensore. Il piano terzo/sottotetto è in proprietà di alcuni appartamenti del piano secondo (duplex).

- Classe energetica A
- Possibilità di usufruire delle agevolazioni fiscali bonus casa 2019

CLICCA QUI PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Noi crediamo all’Italia diversa!

Crediamo ai quei territori sparsi nelle zone marginali di Comuni, Province, Regioni che non sono nell’occhio dell’operatore immobiliare perché non sono Roma, Milano, Venezia, Bologna.
Non sono appetibili economicamente e quindi non si può fare business; non creano immagine imprenditoriale e sono incapaci di generare relazioni che contano.

Noi invece ci crediamo e amiamo il territorio di provincia e la sua storia abitata da uomini che con sacrificio si sono fatti la casa. Quattro muri grossi e solidi per vivere in sicurezza con la famiglia e quando si sposava un figlio o una figlia aggiungevano nuove stanze.
E’ un’Italia dimenticata cresciuta nelle periferie delle città e nelle campagne rovinate dalla industrializzazione.
Un’Italia dai meravigliosi centri storici con palazzi in degrado e con la storia che muore.

Noi saremmo degli sfacciati e degli immodesti, ma crediamo in questi patrimoni da mettere a posto. Crediamo nelle opportunità immobiliari che possono venire avanti e ci piacerebbe lavorarci sopra con sentimento e ridare vita a un territorio dimenticato.
A noi interessano gli immobili abbandonati, i capannoni dismessi, i complessi edilizi fermi e impossibilitati di essere finiti, le opere edilizie degradate e finite nel nulla.

Noi abbiamo professionalità per dare nuova vita a queste opere fatiscenti e renderle conosciute ad operatori illuminati in grado di valutarne la fattibilità.
Ci siamo organizzati per questo e tecnici preparati sono disponibili a metterci il naso con competenza.
Privati, imprese e, perché no, anche Amministrazioni interessati a mettere a posto le vostre proprietà contattateci e noi vi risponderemo con una analisi gratuita per analizzare un possibile intervento rigeneratore

PIOLO&Piolo

PIOLO&Piolo - Real Estate

PIOLO&Piolo - Real Estate
propone compendio immobiliare situato in comune di Belluno via Vittorio Veneto composto da una struttura a capannone con destinazione commerciale, industriale, artigianale completa di corpo uffici.

AREA COMMERCIALE
Belluno
Via Vittorio Veneto

  • UFFICI
  • AREA CARICO/SCARICO
  • ENTRATA E PARCHEGGI
  • STOCCAGGIO MERCI
 


ROGITO SENZA REGOLAMENTO CONDOMINIALE: che succede?

Il regolamento di condominio può imporre limiti all’uso degli appartamenti?

La proprietà privata non può essere oggetto di limitazioni, neanche da parte del condominio. Questo significa che nessun amministratore o vicino di casa potrà dirti cosa puoi fare dentro casa tua o nelle relative pertinenze come il garage o il balcone. Il balcone, in particolare, fa parte della tua proprietà e ciò che fai su di esso è una questione solo tua. Con due soli limiti:

  • non puoi realizzare opere che pregiudichino il decoro architettonico dell’edificio, ossia l’estetica della facciata (pensa a una veranda con chiusura di tutti e tre i lati esterni);
  • tali opere non possono pregiudicare la stabilità dell’edificio (pensa a una piscina posta sul balcone).

In questo senso, le eventuali limitazioni all’uso dell’appartamento possono essere valide solo se votate all’unanimità: il consenso di tutti i condomini, difatti, è una forma di “autolimitazione” del proprio diritto di proprietà; e non c’è dubbio che ciascuno possa decidere di vincolarsi o meno.

Come si ottiene l’unanimità in condominio?

A questo punto la questione su cui soffermarsi è: come si fa ad approvare una clausola del regolamento condominiale con l’unanimità? Ci sono due modi:

- il secondo è quello che realizza il costruttore dell’edificio, facendo approvare il regolamento di condominio ai vari acquirenti degli appartamenti, ad uno ad uno, nel momento in cui questi siglano il contratto di compravendita dal notaio. È lì, all’atto dell’acquisto, che il futuro condomino, accettando il regolamento con i suoi eventuali vincoli, accetta di auto-limitare la sua proprietà. Si parla a riguardo di regolamento contrattuale.

Il regolamento di condominio vale per chi compra casa?

Come avevamo già spiegato nell’articolo Regolamento di condominio: obbligatorio per chi compra casa?, la Cassazione [2] ha più volte osservato che intanto il regolamento di condominio può essere opponibile ai successivi acquirenti dei vari appartamenti dello stabile in quanto le eventuali limitazioni in esso contenute siano conoscibili. Come si rende conoscibile un regolamento di condominio? In due modi: o trascrivendo le clausole limitative dei diritti di proprietà nei Pubblici Registri Immobiliari oppure allegandolo al rogito notarile con cui il nuovo condomino acquista la casa.

Se la clausola limitativa – che costituisce una servitù sull’immobile perché limita la proprietà del bene – non risulta da una nota di trascrizione ai registri immobiliari o non è stata accettata espressamente al momento dell’acquisto dell’appartamento, essa non è opponibile all’acquirente.

Non basta poi la mera trascrizione del regolamento condominiale perché la costituzione della servitù deve essere conoscibile con il semplice esame dei registri immobiliari: soltanto quelle parti della nota che menzionano la servitù sono rese pubbliche e solo a esse i terzi devono attenersi.

letto su laleggepertutti.it

Stampa Email