Background Image

MESSA IN MORA PER SFRATTO

Messa in mora per sfratto: perché farla?

la messa in mora per sfratto presenta dei vantaggi. Innanzitutto, come abbiamo appena detto, consente di far maturare gli interessi sui canoni non riscossi; in secondo luogo, prodotta in tribunale, dimostra al giudice come la parte inadempiente abbia preferito persistere nella propria condotta nonostante un formale avviso (il giudice potrebbe poi tenerne conto al momento della liquidazione delle spese legali); infine, la diffida consente di capire quali sono le intenzioni del conduttore. Ed infatti, la legge consente al debitore di sanare in giudizio la propria posizione pagando i canoni non versati, oltre alle spese sostenute dal locatore. Così facendo, egli può impedire lo sfratto.

In buona sostanza accade ciò: l’inquilino può comparire e sanare la morosità direttamente in udienza, versando l’importo dovuto per i canoni scaduti, oltre agli interessi legali e alle spese processuali liquidate dal giudice. In tal caso, il giudice dichiara estinto il procedimento e l’inquilino potrà continuare a godere dell’immobile.
Il conduttore può fare richiesta di un termine di grazia che consiste nella possibilità di avere un periodo di tempo entro il quale procedere al pagamento delle morosità, oltre le spese legali del procedimento. In tal caso il giudice concede un termine non superiore a novanta giorni, rinviando l’udienza a non oltre dieci giorni successivi alla scadenza assegnata.

Con la lettere di messa in mora il locatore può sondare il terreno per capire quali sono le intenzioni del conduttore: se, infatti, questi avesse intenzione di pagare, non attenderebbe la citazione in giudizio (con conseguente aggravio di spese a suo carico), ma si metterebbe in regola ben prima, cioè al momento della ricezione della messa in mora.
Anche per questo motivo, quindi, è consigliabile inviare una diffida al conduttore moroso prima di agire in tribunale: si tratta di una mossa per capire le reali intenzioni del debitore il quale, se collaborativo, pagherà subito.

Letto su laleggepertutti.it

Stampa Email