Background Image

RIFORMA PROFESSIONALE AGENTI IMMOBILIARI

L'imminente entrata in vigore della legge europea sugli agenti immobiliari costituisce una vera e propria riforma professionale. La legge, che sarà approvata in terza lettura al Senato entro fine mese, porterà una serie di innovazioni e opportunità per la categoria. Gli scenari che si apriranno grazie a questa rivoluzione sono stati al centro di un convegno sulla riforma della professione di agente immobiliare, promosso in Assolombarda - Confindustria a Milano da Fiaip  Lombardia.

Ad analizzare tutte le nuove opportunità che si aprono sul mercato, di fronte ad una platea attenta e affollatissima sono stati il Presidente di Fiaip Lombardia Ezio Sangiovanni Gelmini e il Vice Presidente Marco Grumetti, insieme agli altri relatori.

Fiaip ha offerto un giudizio positivo sulla nuova legge europea 2018, che di fatto farà nascere le cosiddette agenzie multidisciplinari. Il presidente nazionale Gian Battista Baccarini ha evidenziato le nuove opportunità per quelle agenzie immobiliari che le vorranno cogliere, sia in termini di aumento della gamma dei servizi offerti dalle agenzie a favore della clientela, si in termini di aumento di fatturato, grazie a operazioni sinergiche sia interne che esterne.
Attraverso la nuova legge l'agenzia immobiliare potrà essere posta al centro della filiera. Ci saranno aspetti positivi non solo per la categoria, ma anche per i cittadini consumatori.

Le agenzie immobiliari nel nuovo scenario diventeranno delle vere e proprie imprese multiservizi e multidisciplinari. Ad esempio potranno gestire i servizi legati alla gestione della locazione, come quella breve, sarà possibile la gestione di interventi di manutenzione ordinaria sull'appartamento, ed avendone i requisiti necessari, l'agente immobiliare potrà fare consulenza del credito e collaborare con le società di mediazione creditizia. Saranno mantenute le competenze specifiche delle diverse professionalità, ma dalla nuova legge europea nascono opportunità di integrazione e collaborazione.

Le interviste
Gian Battista Baccarini, presidente nazionale Fiaip: ”La nuova legge determinerà una serie di opportunità per le agenzie che vorranno coglierle, sia in termini di aumento di servizi che potranno essere erogati al cittadino, soddisfando le loro esigenze e quindi le esigenze del mercato, ma anche un aumento del fatturato per le nostre agenzie. Questo attraverso collaborazioni interne o esterne. Nasce l’era dell’agenzia multidisciplinare, in cui il cliente ha un unico interlocutore che oltre a erogare un servizio tradizionale, trova una serie di servizi che oggi l’utente desidera, come per esempio la gestione in forma imprenditoriale delle attività correlate alle locazioni, sa brevi che ordinarie, o consulenza del credito, amministrazione condominiale e altre attività connesse all’immobile”.

Angelo Deiana, presidente Confassociazioni: ”Questo è un mondo in cui le più grandi aziende a livello globale sono strutturate a rete. Bisogna capire che le competenze verticali saranno sempre un vantaggio competitivo, soprattutto in un’era in cui le macchine sostituiranno le nostre attività ordinarie. Ma è altrettanto vero che la capacità di prendere queste competenze e metterle in rete con altri soggetti crea vantaggi per ognuno dei soggetti coinvolti. Questo nucleo di competenze sarà così in grado di produrre un vantaggio competitivo attraverso il one-stop-shop: un solo punto vendita in cui trovare molti servizi, un elemento di soddisfazione per il cliente e maggiore guadagno per l’agente immobiliare. Il patrimonio immobiliare degli italiani è grandissimo. Il tema fondamentale è che per mettere a reddito gli immobili, per rendere il mercato più fluido, questa riflessione sulla rete crea un vantaggio competitivo per il rilancio del Paese”.

Marco Grumetti, vice presidente FIAIP Lombardia: “Si tratta di un’apertura alle nuove professioni. Di fatto la nostra professione con l’avvento di questa riforma potrà offrire l’opportunità a tutti gli agenti immobiliari di svolgere la propria attività su più livelli di professionalità. Fra questi l’estensione ai mutui, alle ristrutturazioni e altri progetti nella filiera immobiliare, che permetteranno agli agenti di incrementare il loro business, accrescendo l’offerta della propria agenzia”.

letto su monitorimmobiliare.it

Stampa Email